Chiedi a Michele - Chiedi a Michele

Chiedi a Michele di Michele Neri

RSS Feed

E’ arrivato un Dispaccio. Fateci caso

Nel tentativo da parte del fotogiornalismo di intraprendere una nuova
strada per trovare lettori, curiosi, fiancheggiatori, una formula sempre
più importante è rappresentata dall’integrazione di vecchio e nuovo: carta
e multimediale, video e lunghi pezzi di scrittura. In questo senso si presenta
Dispatches. Editore e art director è un celebre reporter inglese,
Gary Knight dell’agenzia VII. Il primo numero, “In America”,
ospita un portfolio fotografico (che non lascia certo indifferenti)
di un suo collega di agenzia, Antonin Kratochvil. Tutti i testi percorrono
la linea sottile della percezione del diverso, del fuori,
delle emergenze planetarie da parte di una popolazione che come dice Paul Theroux
in un articolo di Dispatches è ostinatamente innamorata
di se stessa e poco interessata alle virtù degli altri. Hanno
scritto anche John Kifner (già collaboratore del New York Times, il premio Pulitzer
Samantha Power e un reporter, Muzamil Jaleel, nato in Kashmir ma educato a
Berkeley che racconta on the road l’ America di oggi.
Il tema un po’ di tutto il primo numero è: come pensano gli americani
di condividere con gli altri sei miliardi e rotti di persone lo stesso pianeta?
Sul sito ci si può abbonare al nuovo giornale. Lo farei. Non è facile trovare
insieme qualità di intenzioni e risultati senza nemmeno un briciolo di supponenza.

Commenti

"Tutti i testi percorrono la linea sottile della percezione del diverso, del fuori," allora mi piace.
Nella lezione di giornalismo di Zizola per Internazionale, si parla di come l'esaltazione dell'aspetto autoriale di certe foto (lo scatto del grande fotografo, piuttosto che il fotografo di un grande scatto) sia in fondo un modo di depotenziare l'immagine. Ne riduce la forza, lo scandalo (che poi nell'etimo, è proprio la pietra scagliata a colpire). Mi viene in mente a proposito della supponenza. Mi sembra questo l'aspetto più delicato. Se è vero che è assente dai Dispatches, vale certamente la pena abbonarsi.
ciao, da un po' che non ci si sente. non so neanche se leggi ancora i post qui. solo, un abbraccio... e questo http://maurogarofalo.nova100.ilsole24ore.com/2009/09/chiude-grazia-neri.html buona fortuna